Cinque borghi medievali per una fuga fuori città

Cinque borghi medievali per una fuga fuori città

Esplorare i villaggi medievali oltre i confini della città è una fuga che promette un’esperienza eccezionalmente arricchente. Questi siti storici ci riportano indietro nel tempo in epoche di grandezza e splendore, dove la maestosità dei loro complessi architettonici ci immerge nell’affascinante mondo del Medioevo. Ogni strada acciottolata, ogni muro e ogni torre ci raccontano storie di tempi passati, risvegliando la nostra immaginazione e trasportandoci in un universo di cavalieri, principesse e intrighi.

Andare alla scoperta di questi tesori dimenticati è come fare un viaggio indietro nel tempo, un’occasione unica per evadere dalla routine quotidiana e immergersi in un mare di storia e cultura. L’atmosfera di questi villaggi è semplicemente magica, intrisa del fascino dei tempi antichi e piena di mistero. Ogni angolo offre una nuova sorpresa, che si tratti di un’antica chiesa con vetrate secolari, di un castello che si erge imponente sulla cima di una collina o di un mercato medievale che fa rivivere l’essenza dei tempi passati.

Oltre ad essere una finestra sul passato, esplorare i villaggi medievali è anche un’occasione per godere dell’aria fresca e della tranquillità che solo la campagna può offrire. I paesaggi circostanti sono da cartolina, con i loro prati verdi, le dolci colline e le antiche foreste. È un viaggio che nutre sia l’anima che la mente, offrendo una pausa rivitalizzante in mezzo alla natura e alla storia.

Cosa visitare nel Quartiere Gotico di Barcellona [CLICK AQUI]

Visitando questi siti vi sembrerà davvero di essere stati teletrasportati nel Medioevo, anche solo per qualche ora. Se vi piacciono i bastioni, i castelli, le chiese antiche, le strade acciottolate, questo tour fa per voi.

5 borghi medievali da visitare

1.Guimerà (Urgell)

Guimerà, situata nella regione di El Urgell, emerge maestosa vicino alle acque serene del fiume Corb, arroccata su una collina che sembra custodire i suoi tesori storici. Sebbene la sua popolazione attuale sia di circa 300 abitanti, questo piccolo villaggio catalano respira l’eredità di secoli di storia e cultura.

Camminando per le sue strade acciottolate, ci si immerge in un viaggio nel tempo, dove ogni passo rivela l’impronta indelebile del passato. L’imponente castello in rovina, che si erge fiero ai piedi del villaggio, è un testimone silenzioso delle vicissitudini dei tempi passati. Le sue strade strette, gli archi e i portici trasportano il visitatore indietro nel tempo, mentre le case-ponte, caratteristiche dell’architettura medievale, sembrano sospese nell’aria come se sfidassero la gravità.

L’attenta conservazione del suo patrimonio architettonico e culturale ha fatto sì che Guimerà venisse riconosciuta come Bene Culturale di Interesse Nazionale nel 1993. Ogni angolo di questo pittoresco villaggio è ricco di storia e fascino e cattura l’attenzione con i suoi dettagli architettonici e la sua atmosfera unica.

Tra i suoi gioielli più preziosi c’è la chiesa gotica di Santa Maria, che si erge imponente nel cuore del villaggio. La sua maestosità architettonica e la sua ricca storia lo rendono un punto di riferimento essenziale per i visitatori che vogliono immergersi nell’essenza di Guimerà.

2.Peratallada (Baix Empordà)

Questo bellissimo

Peratallada, gioiello medievale della regione del Baix Empordà, trasporta i visitatori in un passato di grandezza feudale che riecheggia ancora nelle sue strade acciottolate e nelle mura del suo imponente castello fortificato. Questo incantevole villaggio, il cui nome evoca l’immagine di valli scolpite nella pietra, è ricco di storia e fascino in ogni angolo.

L’imponente castello, con la sua torre che si erge maestosa sopra l’orizzonte, è il testimone silenzioso di secoli di storia e avventura. Le sue mura, che avvolgono il centro della città come un abbraccio protettivo, sembrano sussurrare storie di battaglie e imprese passate. Ogni vicolo acciottolato è un portale verso il passato, dove il tempo sembra essersi fermato per permettere al visitatore di esplorare i suoi segreti e le sue meraviglie.

Il nome Peratallada, che risale a documenti del X secolo, evoca l’immagine di valli scolpite nella pietra che circondano il villaggio, una descrizione ancora oggi accurata. Queste valli di pietra, con la loro caratteristica architettura medievale, conferiscono a Peratallada un aspetto unico e pittoresco che incanta i visitatori.

Oltre al suo imponente castello, Peratallada si distingue per le sue mura ben conservate, che offrono una vista mozzafiato del villaggio e dei suoi dintorni. La chiesa romanica di San Esteban, con la sua architettura sobria ed elegante, è un altro dei tesori che adornano questa città medievale, aggiungendo un tocco di spiritualità e serenità alla sua atmosfera incantata. Ad ogni angolo, in ogni vicolo, Peratallada dispiega il suo fascino unico, invitando i visitatori a perdersi nel suo labirinto di storia e bellezza.

3.Rupit (Barcellona)

Tra Vic e Olot si trova Rupit, un comune che si distingue per gli splendidi paesaggi naturali e gli edifici medievali di grande valore architettonico. I punti salienti sono l’eremo di Santa Magdalena, la chiesa di San Miguel e il ponte sospeso. Sono stati conservati anche il negozio di ferramenta del villaggio e l’ufficio del notaio Soler, edifici di grande valore per la popolazione.

4.Besalú (la Garrotxa)

Uno dei borghi medievali più rappresentativi della vita di secoli fa. I suoi edifici, come il castello della città, il monastero di San Pedro, la Plaza de la Libertad e la chiesa parrocchiale di San Vicente, sono tra le costruzioni medievali catalane più rappresentative. Il sito ospita i resti della sinagoga del XIII secolo e il ponte medievale della città, che ha ospitato le riprese della terza stagione della serie HBO Westworld.

5.Montblanc (Conca de Barberà)

La regione di Conca de Barberà, situata nella provincia di Tarragona, ha una grande eredità medievale di cui spicca la cinta muraria che racchiude l’intero centro storico. Ha 22 comuni e il suo capoluogo è la città di Montblanch. Nella sua capitale, i punti salienti sono la Cattedrale della Montagna (Iglesia María la Mayor) e il convento di San Francisco de Asís, dove si riunirono le Cortes catalane intorno al 1414.

Un viaggio nel passato è una boccata d’aria fresca per la vita di oggi.

[actualizado el 13 de Mayo 2024]