Abbiamo trovato Georgina: “Barcellona è una città che non si può finire”.

Georgina MallafrèÈ naturale che il modo migliore per conoscere una città sia quello di chi la vive quotidianamente.

Oggi troviamo Georgina Mallafrè.

Originaria di Tarragona, Georgina vive a Barcellona da molti anni nel quartiere di Sarrià.

Tra le sue tante sfaccettature ce n’è una che amiamo… in città è dedicata a mettere in contatto persone, professionisti, facilitando così le opportunità di business, l’amicizia e le buone vibrazioni tra di loro… Georgina è energia pura e oggi vogliamo che ci parli della sua Barcellona.

SPB. Lei è originario di Tarragona… cosa le piace di più di Barcellona e cosa le manca di più di Tarragona?

GM. Mi piace il fatto che a Barcellona ci sia sempre qualcosa di nuovo da scoprire… ristoranti, teatri, eventi, musei, mostre… è una città che non si può dimenticare.
Cosa mi manca di Tarragona? Senza dubbio, la vicinanza del mare.

SPB. Dove le piace perdersi in città?

GM. A Barcellona mi piace perdermi in zone diverse a seconda del leitmotiv dell’occasione; se passeggio con il cane mi piace passeggiare nei parchi, ad esempio il Parco Cervantes mi offre il colore e il profumo delle rose, il Parco Oreneta una vista elevata sulla città e Quinta Amelia, un giardino dal design affascinante.
Se siete alla ricerca di moda, la zona di Santaló e i suoi mille negozi sono fonte di ispirazione.
Per quanto riguarda i casalinghi, la zona di Diagonal offre la più ampia scelta di negozi per decorare la casa.
Se voglio vedere dell’arte, vado nelle gallerie di Consejo de Ciento e Rambla Cataluña.
E per perdermi, perdermi davvero, scendo alla Cattedrale e mi trasporto mentalmente nel Medioevo e visito la Barcellona gotica.
Ognuno ha il suo fascino e il suo momento.

SPB. Quali sono i suoi tre ristoranti preferiti poco conosciuti a Barcellona?

GM.

  1. Via Granados in via Enrique Granados
  2. Santa Gula nella piazza Narcis Ollér
  3. Bar del Pla, di fronte alla chiesa di San Marc, vicino a via Princesa.

SPB. Grazie alla vostra attività sappiamo che partecipate a molti eventi in città. Qual è l’evento più bello a cui ricorda di aver partecipato nell’ultimo anno?

Senza dubbio l’evento che più mi ha commosso di recente è stata la quarta edizione dei Fada Awards della Fondazione Vicki Bernadet per la prevenzione e il sostegno delle vittime di abusi sessuali. Emozionante e diretto al cuore fin dal primo minuto, grazie alla sincerità degli interventi dei premiati su un tema così delicato come l’abuso sessuale sui minori.

SPB. Da tempo vi dedicate a mettere in contatto le persone facilitando lo sviluppo del loro business. Cosa le piace di più della sua attività?

Mi piace molto l’utilità della mia attività, è pratica per entrambe le parti. È una grande soddisfazione per me riuscire a trovare la persona di cui avete bisogno e che state cercando.

Se aveste solo 24 ore da trascorrere a Barcellona, cosa fareste?

Se avessi un giorno a disposizione a Barcellona… Farei colazione con un panino di buon prosciutto all'”Andreu” sulla Rambla Cataluña, poi passeggerei tranquillamente tra i negozi della Rambla e andrei sul Paseo de Gracia, visiterei La Pedrera, opera emblematica della città e di Gaudí, e poi farei un pasto frugale alla cioccolateria Ametller, all’interno di Casa Batlló. Poi andrei a Plaza Cataluña, scenderei per il Portal del Ángel fino alla cattedrale, vedrei il suo chiostro, che è sempre impressionante, e se fosse un giovedì guarderei il mercato di strada lì e poi mi perderei nelle sue stradine, immaginandomi in altri tempi. Dopo aver passeggiato lì andrei sulla Rambla de les Flors e salirei sulla terrazza dell’Hotel 1898 per vedere la magnifica vista della città al tramonto, bevendo un bicchiere di cava, la vista da lì è imbattibile. Una volta ripresomi, mi perdevo di nuovo nelle stradine per andare nella zona del Borne, cenare al ristorante Senyor Parellada in via Argenteria e finire la serata seduto nei bar di fronte a Santa Maria del Mar a prendere un gelato, una tisana o un cicchetto, a seconda dell’occasione.
Potrebbe essere una bella giornata.

Grazie a Georgina per averci permesso di realizzare questa intervista e di aiutarci a spiegare la nostra città anche attraverso i suoi occhi. Alla prossima volta!

Se avete un progetto che necessita di contatti…. vi lasciamo il WEB di Georgina Mallafrè

http://georginamallafre.com/

Volete raccontarci la vostra Barcellona? Contattateci!

Salir Por Barcelona | Ocio en Barcelona

Ideas de Ocio en Barcelona

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.